lunedì 24 settembre 2007

Foto ricordo da Auschwitz

Davvero una bella foto.
Ritrae un gruppo di SS e di ausiliarie operanti ad Auschwitz, durante una gita nell'estate del 1944.
L'uomo al centro è il dr. Mengele, il responsabile di atroci esperimenti su cavie umane, finito chissa' dove.
Gli altri non hanno la stessa lugubre fama. Comunque, hanno l'aria di chi se la spassa alla grande.
A destra c'è perfino un simpatico pennellone (per così dire) munito di fisarmonica, la giovialità un pò stolida tipica di tanti tedeschi, che sicuramente avrà passato la giornata a suonare allegre melodie popolari.
E le signorine...carucce, le tipiche brave ragazze. Un giorno di svago anche per loro, per riprendersi dal duro lavoro, dalle responsabilità di aguzzine della sezione femminile.
Tutto questo avveniva mentre, a poca distanza, lavorava a pieno ritmo il campo divenuto simbolo dello sterminio degli ebrei nella seconda guerra mondiale.
Il campo più efficiente fra tutti; si calcola che solo ad Auschwitz sia stato gasato circa un milione e mezzo di persone.
L'altro giorno la Digos ha condotto un'operazione nel varesotto, diretta contro un partito nazionalsocialista dichiaratamente ispirato alle idee di Hitler, che grazie al voto di un pugno di miserabili è riuscito addirittura ad eleggere un consigliere comunale.
Il suo "segretario" ha ottenuto qualche minuto di insperata popolarità in TV, affermando che lo stermino degli ebrei è un'invenzione e che tutti i belligeranti avevano i campi di concentramento.
Verrebbe da scuotere il capo, o magari sorridere come quando si guardano le peripezie del partito nazista dell'Illinois nel film Blues Brothers, però...
Il presidente iraniano Ahmadinejad sostiene la stessa cosa e minaccia ad intermittenza Israele; a S. Anna di Stazzema, luogo di un feroce eccidio di civili compiuto dalle SS in quella stessa estate del'44, ignoti hanno dipinto una svastica su un cassonetto dei rifiuti. Li stanno cercando, forse non hanno guardato dentro il cassonetto.
L'antisemitismo resiste al tempo; è una bestia oscura, alimentata nei secoli dai pregiudizi, dall'ignoranza e dagli interessi politici di re e papi cattolici.
Da questo punto di vista, non giovano davvero le recenti affermazioni di papa Ratzinger, che ha ribadito che il cattolicesimo è l'unica vera fede. Tutte le altre quindi sono deviazioni.
Quest'uomo apparentemente mite, incensato dai media nostrani come un fine intellettuale, mentre in realtà è fautore di un pensiero debolissimo, dimentica che l'ebraismo è molto più antico, il cristianesimo è una sua derivazione.
Fra papa Ratzinger ed Ahmadinejad c'è una grande distanza, ma forse non è così abissale.
Bookmark and Share

16 commenti:

Marcovich ha detto...

Non continuate a dire stronzate e difendere gli assassini ISRAELIANI EBREI.Non continuate con elugubrazioni storiche. Non continuate a nascondere 200 milioni di morti per il COMUNISMO EBREO e le Foibe. Non continuate a diffamare chi è già diffamato da 50anni: oramai non esiste più. Pensate alle stragi attuali, ai muri di israele al massacro dei palestinesi, ai massacri africani, ai genocidi Koreani e Cinesi di lavoratori.Pensate adesso e fatela finita di scrivere immondizia.

Zadig ha detto...

Herr Marcovich, non si preoccupi. Tutte le stragi, passate e presenti, sono di nostro interesse, comprese quelle commesse in nome del comunismo, che equivale al nazismo.
Ciò che ha scritto dimostra che l'immondizia ce l'ha lei, nella zucca.

Lucrezia ha detto...

Quoto Marcovich, ma con questi non c'è nulla da fare sono dementi leccaculo degli ebrei sterminatori-razzisti e cazzo vuoi gliene freghi dei veri genocidi hanno da difendere israele, la russia, la cina e gli usa e nasconde tutta la vera storia!

Zadig ha detto...

Dopo la SS in congedo Marcovich, la giovane hitleriana Lucrezia. Ribadisco quanto scritto sopra.
Siete semplicemente penosi.

Anonimo ha detto...

Bravo, cantale a quegli sporchi nazi di merda!

Lucrezia ha detto...

Vabbè tanto dai del nazista a tutti quelli che non confermano le tue stupide cazzate. Caro zadig parli di comunismo uguale al nazismo, ma intanto sul comunismo non scrivi nulla, forse perchè offendere dando del nazista fa più comodo che dare del comunista? ;)
Per quanto riguarda l'anonimo "Bravo, cantale a quegli sporchi nazi di merda!" è pari ad una emorroide, cioè assolutamente fastidioso ed inutile e la sua dimora non può altro che essere il buco del culo perchè quell'intervento senza logica è degno di un subumano.
Nelle tue stragi future nomina anche le bombe atomiche americane, i veleni dei sovietici nel 1979 in afghanistan,i Gulag comunisti, le stragi in ucraina, le stragi africane...dai datti da fare ebreuccio del cazzo!

Zadig ha detto...

In teoria potrei parlare di tutto e confrontarmi su tutto, in pratica con quelli come te non intendo farlo.
Perciò è l'ultima volta che ti rispondo. Se avessi letto gli altri post con il tag politica avresti visto che parlo anche di Comunismo, Cina e così via, ma tant'è...
Vedo che ti piace parlare di culo e dintorni, visto che lo sterco è la materia che ti compone.
E poi non sono ebreo, cos'hai capito?

Anonimo ha detto...

EBREI DI MERDA !!!

Anonimo ha detto...

BASTARDI NAZISTI SCHIFOSI.

Anonimo ha detto...

Anonimo lascia stare gli ebrei e pensa a prenderti a bastonate, per la frase che hai scritto credo che con 4000 colpi in capa ti rimetti apposto, prima di allroa rimane un coglione.

Yohanan ha detto...

Gli ebrei sono il popolo eletto, i nazisti sono la merda del diavolo.

Lucrezialastronza ha detto...

Lucrezia è una nazista del cazzo, non sà nulla di storia ed è una povera capra, non perdeteci troppo tempo. Se sapesse cosa hanno subito gli ebrei nei secoli passati si tapperebbe la bocca e inizierebbe a pulirsela.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

mi riferisco all'immagine dei tedeschi o nazisti che si vedono in divisa nel lager di Auschwitz. Io mi permetto di fare delle riflessioni che susciteranno sicuramente polemiche , ma Zandig è persona a modo e mi saprà rispondere .
Premesso che abbiamo avuto la tragedia della guerra che ci ha tirato dietro tante disgrazie e che i tedeschi sono stati associati al negativo della umanità mentre i liberatori al positivo , io vi pongo questa domanda:
a) Quanti morti ha causato l'occupazione nazista in italia e quanti quelli dei Liberatori .I tedeschi che salvano la biblioteca dell'abbazia di Monte Cassino mentre gli americani ed inglesi la riducono in cenere tanto per tagliare corto .Naturalmente ribadisco la mia avversione al nazismo come lo conosciamo noi, ma non all'orientamento a destra .
la maggior parte dei comportamenti negativi dei nazisti durante la loro occupazione , non come belligeranti, risale agli attacchi dei partigiani. Ne so qualcosa in quanto mio padre faceva parte dei cosiddetti battaglioni "M "
( naturalmente è vero) e mi raccontava del suo discorso di aderenza fino a Salò per pura coerenza. Mi raccontava infatti che i partigiani trovavano l'appoggio della gente e fin qui nulla da eccepire , ma poi quando arrivavano i soldati nazi fascisti o i " repubblichini" loro se la squagliavano lasciando la gente in balia dei soldati occupanti. Questi facevano rappresaglie coinvolgendo civili ed innocenti . Credo che le pagine più belle delle sofferenze per la seconda guerra mondiale furono proprio scritte dalle donne , bambini ed innocenti trucidati in queste occasioni. Più o meno come succede agli afgani quando si vuole scovare il talebano o innocenti , quando si vuole abbattere un combattente di Hamas.
Anch'io trovandomi nelle circostanze in cui ci siamo trovati nel '44 '45 mi sarei battuto per la mia terra , per la mia Patria , necessariamente anche contro i fascio-nazisti. , ma mettendoci la mia pelle e non quella di innocenti . Quando si parla dell'attentato di Via Rasella come atto di eroismo è invece secondo me un atto di viltà infinito . Gli attentatori se la squagliarono nel lasciare la bomba , anche perchè si aspettavano di diventare deputati al parlamento e non potevano morire .Hanno lasciato prendere 365 ebrei al loro posto .
io sarei morto di vergogna , mi sarei legato una pietra al collo e giù , come nella Bibbia ;loro però sono diventati nostri rappresentanti. Veda Zandig le sembrerà orrendo ma ho molta più rispetto per l'imsorto o il talebano che si mette una cintura intorno alla vita e si fa saltare che per quelli "che hanno fatto l'Italia" . Se i vari Sogno ed altri capi partigiani , l'avessero fatto, avremmo avuto qualche deputato in meno e 365 persone in più nelle nostre città.
non posso andare oltre se no rischio di andare fuori tema.
riguardi

Zadig ha detto...

Hannah Arendt su questo ha scritto un libro - La banalità del male - riguardo al caso Eichmann.
Anche lui, a vederlo nelle foto di repertorio, non sembra niente di più di un impiegato del catasto. Eppure...
Non so dire quanti morti hanno provocato gli alleati qui da noi, ma senza dubbio sono molti: nella risposta al suo commento al post - Liste di proscrizione, l'antisemitismo cresce - ho fatto l'esempio del bombardamento di Treviso, la mia città. Prendiamo anche quello di Roma del 1943.
Adesso veniamo agli attacchi dei partigiani.
Ha mai letto Guerra per bande di Mazzini? O i memoriali di Che Guevara?
La guerriglia è un'attività che, presupponendo una superiorità numerica e militare dell'avversario occupante (un esercito regolare pesantemente armato) non si pone l'obiettivo di sfidarlo apertamente sul campo perchè verrebbe annientata.
Il suo scopo è indebolirlo, per creare condizioni pre - insurrezionali nella popolazione o per agevolare il compito di un altra forza armata amica di cui si attende l'intervento. E' sempre stato così, mordi e fuggi. Attacca e disimpegnati.
Il dilemma poi è sempre lo stesso: non agire o fare qualcosa, anche se i civili ci possono rimettere?
A volte mi chiedo cosa farei io: non è facile rispondere, ma l'inazione sarebbe una prospettiva terribile se il mio paese fosse occupato.
Le chiedo io una cosa: perchè le forze nazifasciste, invece di sfogarsi sulla popolazione, non si concentravano solo sullo stanare i partigiani?
Noi esseri umani abbiamo una facoltà straordinaria, quella di scegliere.
Siamo noi che scegliamo cosa fare (e come saremo ricordati).
Infatti rovesciando il discorso se gli attentatori di Via Rasella (di cui comunque comprendo le motivazioni) si fossero consegnati, adesso non saremmo qui a rivangare questo episodio, li ricorderemmo diversamente.
Sempre in quest'ottica, oggi i taliban o gli shahid che suscitano ammirazione in qualcuno spesso si fanno saltare in aria in mezzo ai civili (per giunta musulmani come loro), nelle strade e nei mercati. Per non parlare del fatto che quelle milizie spesso si nascondono nei villaggi mischiandosi deliberatamente alla gente inerme. Come li dobbiamo considerare? Come saranno ricordati?
Io non li ammiro (prescindendo dalle ragioni della loro lotta, che non condivido).
Mi lasci anche dire un'altra cosa: non credo che molti che aderirono alla resistenza pensassero al dopo, ai vantaggi che avrebbero guadagnato a guerra finita.
Non sapevano nemmeno se sarebbero arrivati a vedere il giorno dopo.
Certo, c'è chi se n'è approfittato e ha "capitalizzato", questo sì.

Zadig ha detto...

Nella classifica dei macellai i regimi totalitari del 20° secolo (compreso quello staliniano) occupano il primo posto.
Conoscendo la storia di Hitler sappiamo fin troppo bene che un'ammenda da parte sua sarebbe stata al di là di ogni più fervida immaginazione.
Ne convengo che gli Stati Uniti per tradizione non sono inclini all'autocritica, ma il sistema democratico americano ha creato le condizioni perchè almeno nella cultura e nella società maturasse (e si potesse esprimere pubblicamente) una revisione critica delle loro pagine oscure, come per esempio il Vietnam.
Per non parlare del fatto che Obama ha vinto le elezioni non solo per la recessione, ma anche per la sciagurata avventura militare in Iraq perseguita da Bush.
Nelle democrazie si cambia rotta, si cambiano i governanti, c'è sempre la possibilità di farlo; nelle dittature no.
La volontà del capo o del partito unico al potere prevale sempre e comunque.
L'opinione dei cittadini (anzi dei sudditi) non conta niente.